La nascita, la crescita e le iniziative
del Movimento Una Bologna che Cambia

Il movimento Una Bologna Che Cambia nasce da un’idea di Giorgio Gorza nell’ottobre 2020 e prende forma coinvolgendo un gruppo di imprenditori bolognesi.

Nasce come movimento di protesta a tutela delle partite iva in contrapposizione ai DPCM emanati dal all’ora governo Conte.

Dopo la prima manifestazione del 28/10/2020 in piazza maggiore che vede scendere in piazza una corposa numero di persone, il movimento si ampia fino a inglobare svariate categorie come ad esempio taxisti, ambulanti, ristoratori negozianti che data 20/11/2020 danno vita ad un corteo in auto che blocca la circonvallazione cittadina per un paio d’ore.

Grazie al sempre maggior numero di persone che credono nel movimento, fra novembre e gennaio 2021 il Movimento si struttura sempre di più coinvolgendo sempre più entità fra cui spicca Reset Italia.

Ricordiamo anche altre manifestazioni come quella del 4/12/2020 in piazza 8 agosto dove alcuni ristoratori hanno offerto ai partecipanti simbolicamente un aperitivo di protesta ad oltre 500 persone; in Regione dove ancora ristoratori e successivamente gestori di palestre ed operatori cine-teatrali hanno manifestato contro le ulteriori restrizioni imposte dal Governo prima e dalla Regione poi.

Dal febbraio 2021 il Movimento si è staccato da tutti gli apparati esterni mantenendo come unica realtà collaborativa Reset Italia ed a tal proposito il 27 febbraio u.s. è stata 

indetta una conferenza stampa dove si è spiegato appunto tale scissione ed i nuovi programmi.

Da marzo, anche grazie all’aiuto dei numerosi attivisti, è partita una sorta di raccolta di generi alimentari subordinata al tesseramento al gruppo stesso dove l’aderente acquista generi alimentari, non deperibili, che vengono smistati a famiglie in difficolta tramite SOLIDARIETÀ NAZIONALE ed  ESERCENTI CITTÀ DI BOLOGNA.

Abbiamo bisogno anche del tuo aiuto

Colletta Alimnetare Solidale

Aiutaci ad fornire aiuto a centinaia di famiglie che, a causa della crisi, non riescono ad arrivare a fine mese.

Unisciti a Noi

Aiutaci a combattere contro i soprusi che costantemente vengono perpetrati contro la nostra città.